L’Unione Europea definisce le regioni: i Nuts

Benvenuti al quarto appuntamento della rubrica Voci dall’Esperto, nella quale avrò il piacere di introdurvi come i fondi europei sono distribuiti nei territori dell’Unione e sulla base di quali criteri.

Tutte le regioni dell’UE sono coinvolte nella politica di coesione territoriale, questa come già illustrato in precedenza – si erge quale strumento di solidarietà, di sostegno economico rivolto in particolare alle regioni i meno sviluppate. Prima di parlare di parametri e indicatori economici, che ci aiutano a definire il livello di ricchezza, sviluppo e crescita di un territorio dovremmo chiederci come l’Unione definisce il termine chiave della politica regionale : ovvero regione.

Il problema fondamentale che si è posta la Commissione Europea, era quello di trovare una definizione comune, standardizzata di regione, per organizzare e classificare i suoi territori.

Se consideriamo i 28 Stati membri la definizione di regione resta qualcosa di vago e assai generico. Il termine italiano di “regione, non corrisponde al termine tedesco “Lander”, al termine Województwo ( in italiano, “voivodato”) in Polonia, o ancora alle Counties (contee) inglesi. Popolazione, estensione, entità e poteri amministrativi sono differenti. Ecco allora che l’UE in collaborazione con l’EUROSTAT , l’Ufficio statistico della Commissione Europea – l’ISTAT europeo per intenderci – ha siglato nel 1988 una definizione e dei criteri per identificare uniformemente dei territori, tenendo indicativamente come riferimento le unità amministrative locali dei singoli Paesi.

Queste sono chiamate con l’acronimo inglese NUTSNomenclatura delle unità territoriali statistiche, in italiano. Questa è una parola chiave utile per l’attuazione della politica regionale sui territori e la distribuzione delle risorse economiche europee. La divisione del territorio comunitario in NUTS non prescinde dalla grandezza o estensione dei territori , bensì dalla popolazione.

Eccone una breve presentazione:

  • NUTS 0 : la categoria di partenza è quella degli Stati Membri definiti come NUTS di livello “0” [28];
  • NUTS 1:  le unità territoriali di primo livello, corrispondono alle  entità amministrative la cui popolazione media è compresa tra 7 e 3 milioni di abitanti [ 97 nell’UE];
  • NUTS 2:  le unità di secondo livello, corrispondono alle  entità amministrative la cui popolazione media è compresa tra 3 milioni e 800.000 unità [270 nell’UE];
  • NUTS 3:  le unità territoriali di terzo livello, le più piccole, corrispondono ai distretti amministrativi la cui popolazione è compresa all’incirca tra 800.000 e 150.000 abitanti [1.318].
[Commisione Europea – La politica Regionale: i NUTS]

Una spiegazione più accurata dei NUTS ed una loro contestualizzazione geografica sul territorio europeo, seguirà nel prossimo appuntamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.