Abissa, buio e luce non sono mai stati così vicini

Lo spettacolo di Ameno promosso da Sinergie Lucane in programma il prossimo 9 maggio

L’associazione Teatro e Cinema Ameno di Potenza presenta, il 9 maggio, presso l’auditorium del Conservatorio Gesualdo da Venosa di Potenza, uno spettacolo multimediale straordinario che ha un significato profondo. Un progetto sposato da Sinergie Lucane per i contenuti che trasmette e per la qualità stessa dell’opera messa su da un cast di tutti artisti lucani. Il bene e il male nella vita, le domande dell’uomo, la luce che prevale sul buio. Come nel buio più profondo si possa scorgere una luce: l’amore e la speranza.

Scritto e diretto da Gianni Pelliccia “Abissa, buio e luce non sono stati mai così vicini” è un viaggio nel tempo. Pianeta Terra, anno 4.900. Il sole è stato rimosso dal sistema solare. Tutte le sue creature vivono al buio. Un regno fatto di oscurità che porta il nome di Abissa. Capo di questo regno è Prince, signore del buio e dei sentimenti neri che ha rotto il patto con il gran signore dell’universo dichiarando guerra alla luce. Ci si avvicina alla grande guerra finale, l’armageddon. L’obiettivo è salvare l’equilibrio universale e quindi il pianeta dalla distruzione, ma per poterlo fare Prince deve fare i conti con se stesso e con i suoi sentimenti che ha completamente bandito dalla sua vita. Una donna cambierà il corso delle cose, riportando sulla strada dell’amore il reggente che capirà ed accetterà di essere parte di un disegno più grande, per il bene della coscienza sua e di tutti gli abitanti di Abissa.

Uno spettacolo multimediale con effetti luce salienti conditi da filmati e una atmosfera surreale e spesso fantascientifica. Un progetto complesso con filmati che interagiscono come finestre che irrompono in questa sala buia del trono, centro di comando di quel regno. Interazioni in forma di ologramma del padre di Prince rendono questo lavoro una sperimentazione teatrale. Lo spettatore potrà entrare in diverse dimensioni, non solo quello narrativo e visivo ma anche e soprattutto quello emozionale ed interiore. Una trama che parla di una storia di amore che apre una luce nel buio. Un esempio concreto di come la speranza diventa certezza che il bene vincerà sempre sul male.

Una interessante dimensione di dolore, amore e consapevolezza di ognuno. La presidente di Sinergie Lucane, Paola Faggiano: “Il buio che può esserci in ognuno di noi ma che non deve mai del tutto farci mettere da parte la luce dei sentimenti che è quanto di buono ci regala e preserva il nostro futuro”. La trasformazione di ognuno nella consapevolezza che l’accettazione dei sentimenti negativi permetta che quelli positivi siano più forti e più veri. Una produzione tutta lucana che sarà certamente premiata da un grande successo di pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.